sala strehler
dal 26 al 28 gennaio 2018
  vai al calendario

Goliarda music-hall

da L’arte della gioia, Il filo di mezzogiorno, Ancestrale, Elogio del bar
di Paola Pace

di Goliarda Sapienza
con Paola Pace, Giovanni Rizzuti
drammaturgia Francesca Joppolo e Paola Pace
consulenza artistica Angelo Pellegrino
assistente alla regia Giovanni Rizzuti
musiche di Marcello Savona eseguite dal vivo
scene Fabrizio Lupo
costumi Dora Argento
luci Roberto Zorzut
produzione Golden Show s.r.l. Impresa Sociale Trieste

 



Goliarda music-hall non è un musical, è il condominio vivace e colorato, drammatico e ironico, maldestro e poetico dove abitava Goliarda Sapienza, l’attrice e scrittrice siciliana la cui opera è stata finalmente riscoperta e valorizzata dopo la sua scomparsa avvenuta nel 1996.

È anche una fondamentale seduta terapeutica con lo psicanalista grazie al cui metodo, “scandaloso e carnale”, Goliarda guarì. È il delirio post-elettroshock, è un soliloquio affastellato di fantasmi veri o sognati, che appaiono e scompaiono come gli spiriti dei morti. È un sogno e un incubo popolato dalle figure mitiche della sua vita: Maria Giudice, la madre rivoluzionaria; il padre, l’avvocato Sapienza, detto l’avvocato dei poveri; i numerosi fratelli e sorelle; Modesta, la carusa monella e libera; Carmine, l’uomo che tutte le donne vorrebbero incontrare; la principessa Gaia; Tuzzu, il contadino tenero; Nina l’anarchica; Roberta la brigatista.

Goliarda music-hall è, infine, il letto sfatto di una notte insonne dove Goliarda incomincia a scrivere furiosamente poesie, accompagnata da una musica interiore che la farà danzare e vivere con gioia tutta la vita, fino in fondo, senza menzogna.

  • gen
    26
    ven
    ore 17:30
  • gen
    27
    sab
    ore 17:30
  • gen
    28
    dom
    ore 21:00
Iscriviti alla
newsletter!
iscriviti