sala strehler
dal 3 al 5 novembre 2017
  vai al calendario

Galois

di Paolo Giordano con Fabrizio Falco

interpretazione e regia Fabrizio Falco
con la partecipazione di Francesco Marino

scene Eleonora Rossi
costumi Gianluca Sbicca
luci Daniele Ciprì
musiche Angelo Vitaliano
aiuto regia Maurizio Spicuzza

produzione Teatro Stabile di Torino
in collaborazione con Minimo Comune Teatro e Officina Einaudi


Èvariste Galois (1811 – 1832) è una figura romantica e tragica al tempo stesso, che ricorda più il temperamento di un grande poeta piuttosto che quello di un uomo di scienza. Il suo lavoro ha posto le basi per la teoria che porta il suo nome, la teoria di Galois appunto, un’importante branca dell’algebra astratta. Lo scrittore Paolo Giordano, Premio Strega per La solitudine dei numeri primi, celebra la figura di Galois mescolando realtà e leggenda e consegnandoci, attraverso la forma di una lettera, un monologo-confessione di grande intensità. Ne viene fuori il ritratto di un meraviglioso personaggio dai tratti irruenti e passionali: la vocazione per la matematica, la militanza politica, le delusioni, le amicizie e gli amori, fino al duello in cui perse la vita la notte successiva al giorno in cui riuscì a mettere su carta il nucleo di quella che divenne la sua celebre teoria matematica.

In scena, nei panni di Èvariste Galois, è l’attore siciliano Fabrizio Falco, apprezzato sul grande schermo nel film di Daniele Ciprì È stato il figlio e ne La bella addormentata di Marco Bellocchio, ma che vanta anche una lunga militanza teatrale.

  • nov
    3
    ven
    ore 17:30
  • nov
    4
    sab
    ore 17:30
  • nov
    5
    dom
    ore 21:00
Iscriviti alla
newsletter!
iscriviti