sala strehler
dal 13 al 15 novembre 2018
  vai al calendario

Come un granello di sabbia

Giuseppe Gulotta, storia di un innocente
di Salvatore Arena e Massimo Barilla

regia Salvatore Arena e Massimo Barilla
con Salvatore Arena
scene Aldo Zucco
musiche Luigi Polimeni
luci Stefano Barbagallo
produzione Mana Chuma Teatro / Fondazione Horcynus Orca / Horcynus Festival ’15
in collaborazione con La P.E.C. e Giusto Processo-Rete Latitudini


A diciotto anni Giuseppe Gulotta, giovane muratore con una vita come tante, viene arrestato e costretto a confessare l’omicidio di due carabinieri ad Alkamar, una piccola caserma in provincia di Trapani. Il delitto nasconde un mistero indicibile: servizi segreti e uomini dello Stato che trattano con gruppi neofascisti, traffici di armi e droga. Per far calare il silenzio serve un capro espiatorio, uno qualsiasi. Gulotta ha vissuto ventidue anni in carcere da innocente e trentasei anni di calvario con la giustizia. Non è mai fuggito, ha lottato a testa alta, restando lì, come un granello di sabbia all’interno di un enorme ingranaggio. Fino al processo di revisione (il decimo, di una lunga serie), ostinatamente cercato e ottenuto, che lo ha definitivamente riabilitato.

Una storia dai contorni oscuri e tormentati e dalle conseguenze drammatiche e non risanabili. Affrontare questi avvenimenti sulle tavole di un palcoscenico pone di fronte a una grande responsabilità; la responsabilità di non tacere l’incredibile vicenda legale, la lunghissima serie di omissioni, errori, leggerezze, falsificazioni, palesi violazioni della legge, che oggi ci consentono definire senza buddi questa storia come una vera e propria frode giudiziaria.

  • nov
    13
    mar
    ore 21:00
Iscriviti alla
newsletter!
iscriviti