news
1 giugno 2018

[de]generazioni 2018/19

Generazioni a confronto: padri e figli, maestri e allievi, esperienze che si trasmettono e che si trasformano. Ma anche degenerazioni, ossia alterazioni e degradazioni: di simboli, di valori, di utopie.

Nel cinquantesimo anniversario del fatidico ’68 – che ha posto la cultura, l’arte e il teatro stesso al centro delle proprie rivendicazioni – vogliamo riflettere sulle eredità che ha lasciato una generazione di sognatori, ma anche sul diffuso sentimento di straniamento che la società contemporanea ci trasmette.

In un modo o in un altro, gli spettacoli della nuova stagione del Biondo parlano di confronti e di scontri generazionali, mettono in scena le questioni scottanti dei nostri giorni o del nostro recente passato, ragionano su utopie e tradimenti, sviscerano i controversi legami familiari, le paure, i desideri inappagati. E lo fanno con gli strumenti del dramma, della commedia, del racconto e del sogno, invitandoci tutti – come suggerisce il clown Slava – a recuperare almeno in parte il nostro “sguardo bambino”.

Iscriviti alla
newsletter!
iscriviti