news
11 ottobre 2016

Dall’Africa al mondo, andata e ritorno, il premio Nobel Wole Soyinka al Teatro Biondo

Nell’ambito del Festival delle Letterature Migranti, giovedì 13 ottobre alle 21.30, il Teatro Biondo di Palermo ospiterà Wole Soyinka. A trent’anni dal conferimento del premio Nobel per la Letteratura, il grande scrittore nigeriano dialogherà con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando su destini e libertà, insieme ad Alessandra Di Maio, africanista, docente di letteratura inglese all’Università di Palermo e massima esperta italiana di Soyinka. Nel corso della serata, intitolata Dall’Africa al mondo, andata e ritorno, Giuseppe Cederna leggerà alcuni brani dalle opere dello scrittore.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

Wole Soyinka nigeriano yoruba, classe 1934, premio Nobel per la Letteratura nel 1986, è una delle voci più potenti dell’Africa. Drammaturgo, poeta, romanziere e saggista, tra le sue opere teatrali più note La stradaLa morte e il cavaliere del reIl leone e la perlaPazzi e specialisti e la sua riscrittura delle Baccanti.

Tra le opere tradotte in italiano: Abiku e altre poesie, Ogun Abibiman, le raccolte di saggi Mito e letteratura nell’orizzonte culturale africano, Clima di pauraIl peso della memoria Dell’Africa, i volumi autobiografici Aké e Isara, che coprono gli anni dell’infanzia, l’ormai classico L’uomo è morto, in cui racconta gli anni di carcere durante la guerra civile, appena ristampato in Italia, e il recente Sul far del giorno, pubblicato da La Nave di Teseo in concomitanza con il Festival delle Letterature Migranti. La sua ferma presa di posizione contro la dittatura militare di Abacha gli è costata una condanna a morte che lo ha costretto per anni all’esilio. Tornato nella sua terra, Soyinka ha continuato la sua attività di strenuo difensore dei diritti umani al di là di ogni confine.

Alessandra Di Maio insegna letteratura inglese all’Università degli Studi di Palermo. Si occupa di studi postcoloniali, migratori, transnazionali e della diaspora, soprattutto nel campo dell’africanistica. Tra le sue pubblicazioni: Tutuola at the University. The Italian Voice of a Yoruba AncestorWor(l)ds in Progress. A Study of Contemporary Migrant Writings e Dedica a Wole Soyinka. Ha tradotto opere di Wole Soyinka, Nuruddin Farah, Caryl Phillips e Chris Abani.

 

Iscriviti alla
newsletter!
iscriviti